chiesetta Plinas

  • Modifica

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

LA CHIESETTA DEL PLINAS

IMGP0025 

 

Cenni storici sulla Madonna d’Albania

Ripercorrere la storia della nostra comunità di Santicolo di questi ultimi anni, non è un compito facile. Ognuno potrebbe dilungarsi a narrare per ore fatti, situazioni e stati d’animo vissuti, tralasciandone sicuramente gran parte. In un paese come Santicolo, dove la gente è portata a condividere ogni avvenimento,anche se non vissuto propriamente in prima persona, è un fatto quasi naturale far partecipi tutti delle proprie gioie oppure essere di conforto e d’aiuto a chi ne ha bisogno.

Uno degli avvenimenti che più ha accomunato gli abitanti di Santicolo, proprio per questo “ modo di essere”, riguarda la MADONNA D'ALBANIA e la CHIESETTA DEL PLINAS che gli abitanti di Santicolo hanno voluto erigere in suo onore. Per scoprire come la statua della Madonna d'Albania sia giunta in questo paesello e l’origine di questo fatto, dobbiamo tornare indietro nel tempo, fino all’anno 1942, in terra di Albania. A quel tempo due sottufficiali dell’esercito: PIERINO SALVADORI e GIGI CALDERAN, dopo una feroce battaglia col nemico, tra centinaia di morti e feriti, soccorsero un alpino morente. Tra le mani stringeva una statua della Madonna, salvata dalle macerie di una chiesa distrutta dai bombardamenti.

Quest’uomo, come ultimo gesto d’amore per l’Immacolata, volle consegnare ai due soccorritori la statua stessa, affinché la preservassero dalla distruzione e la portassero in Italia. Fino al 1972 la statua della Madonna venne amorevolmente custodita presso l’abitazione dell’amico Gigi Calderan ad Aviano in provincia di Pordenone, in seguito, d’accordo con Pierino Salvadori, decisero di farne dono agli abitanti di Santicolo.

Fu proprio allora che l’animo umano degli abitanti di Santicolo riversò l’espressione più calorosa e tangibile della fratellanza stretti fra loro dalla più profonda devozione a Maria, in una comunione di vera e grande generosità. Ci fu una collaborazione indescrivibile da parte di tutti: per dare una giusta dimora a questo simulacro venne eretta tra i monti, poco più sopra il paese, la bella e ormai famosa "CHIESETTA DEL PLINAS", inaugurata il  5 agosto del 1973 e consacrata da Monsignor LORENZO BIANCHI, nativo di Galleno e già vescovo di HONG KONG.

Da quell’estate ogni anno si rinnova la tradizionale FESTA DEL PLINAS dove per una giornata le preoccupazioni della vita quotidiana, lasciano il posto alla spensieratezza e alla fraterna amicizia, illuminati dallo sguardo benefico e materno di quella MADONNA venuta da così lontano.
(tratto dal libro “VENTENNALE DI FONDAZIONE DEL CAI 1973-1993)
Durante la festa, dopo la SS Messa, i tantissimi volontari del CAI di Santicolo preparano un gustosissimo pranzo a base di polenta, cusspiedo e strinù da consumare sotto il grande tendone, oltre che a tanta allegria. Per tutto il giorno il chiosco costruito dal CAI da ristoro a grandi e piccini, non mancano i giochi di tradizione, tanta compagnia e divertenti spettacoli folkloristici.

FOTO CHIESETTA

FOTO CHIESETTA INVERNO

VEDUTA FESTA

CHIOSCO E ZONA BARBECUE